Crea sito

HOME

RICETTE

I PESCI

FOTO

RADICI

ESPERIENZE

CONTATTI

LINK

 

 

 

Ogghiu fitusu e pateddra spunnata

 

 Lettera  O

 

Obbedienti, obbirenti -  agg. ubbidente. | V.Obbirenti.

Obberienza – s. f. V. Obbirenza.

Obberiri - V. Obbiriri.

Obbirenti, obbirienti - agg. Che non osa discutere gli ordini della persona dalla quale dipende - che porta a compimento la cosa richiesta| Esecutore di ordini.

Obbirenza, obbirienza – s. f. Ubbidienza.

Obbiriri - intr. Sottostare all'autorità costituita e accettata.

Obblicari, Obbligari – tr. Indurre, costringere, vincolare.

Obbligarisi – rifl. Impegnarsi in qualche affare, sottostare a un ordine.

Obbligazzu – s. m. Grande obbligo da non potersi o doversi discutere.

Obbligu – s. m. Debito verso qualcuno per favore ricevuto, obbligo.

Obbliguzzu – s. m. Piccolo obbligo, leggera riconoscenza.

Oblicuu - agg. Non in linea retta, inclinato, che cambia direzione.

Occarunu - pr. Qualcuno, qualche persona.

Occasiunazza – s. f. Grande o brutta opportunità.

Occasiuneddra – s. f. Piccola occasione, opportunità.

Occasiununa – s. f. Grande occasione, opportunità.

Occhialaiu, occhialaru – s. m. Venditore o riparatore di occhiali.

Occhialazzi – s. m. Grandi o brutti occhiali.

Occhialeddri – s. m. Piccoli o graziosi occhiali.

Occhiatazza – s. f. Occhiata torva e ostile, contraddicente.

Occhiateddra – s. f. Leggera occhiata.

Occhiatina – s. f. L'atto del guardare, occhiata superficiale.

Occhiettazzu – s. m. Grande o brutta asola.

Occhiettinu, occhiettuzzu – s. m. Piccola asola.

Occhiettu – s. m. Piccolo occhio, asola ridotta

Occhiettuni – s. m. Grossa asola.

Occhiu – s. m. Organo della vista.

Occorriri – V. occurriri

Occupanti – s. m. - agg. Chi o che occupa.

Occupari - tr. Riempire uno spazio| dare lavoro| invadere.

Occuparisi - rifl. Darsi un lavoro, tenere a bada.

Occupateddru - agg. Poco occupato, impegnato in piccole faccende.

Occupatina – s. f. L'atto dell'occupare | occupazione.

Occupaturi – s. m. Conquistatore, occupante.

Occurrenti - agg. Che serve al caso| s. m. Il necessario, ciò di cui si ha bisogno.

Occurrenza – s. f. Faccenda, bisogno, occasione. 

Occurriri - tr. Occorrere, abbisognare.  

Ochiceddra – s. f. Piccola oca.

Offenniri - tr. Toccare uno nella persona, nell’onore

Offennirisi - rifl. Risentirsi di fatti di cui la persona non è responsabile.

Officinazza – s. f. Grande o brutta officina.

Officineddra – s. f. Piccola o simpatica officina.

Officiu – s. m. Ufficio.

Officiuni – s. m. Grande ufficio.

Officiusu - agg. Di buone maniere.

Officiuzzu – s. m. Piccolo ufficio.

Offinnusu – agg. Offensivo, ingiurioso.

Offinnutu - agg. Offeso, maltrattato, ingiuriato.

Offirenti - agg. Che dà ad altri qualcosa di proprio.

Offisa – s. f. Oltraggio di fatti o di parole.

Offisu - agg. Calunniato, ingiuriato, vilipeso, accusato di un fatto non commesso.

Offririsi - rifl. Presentarsi, donarsi, prestarsi, mettersi a disposizione.

Offrutu - agg. Dedicato, dato, donato, consacrato.

Oggedumani - avv. Qualora, se, eventualmente.

Oggellannu - avv. L'anno scorso.

Oggettuni, oggittuni – s. m. Grosso oggetto.

Oggettuzzu oggitteddru, oggittinu,  – s. m. Piccolo oggetto.

Ogghiammari – s. f. Attinia, anemone di mare, dall’effetto urticante. 

Ogghiastru – s. m. Albero | V. Agghiastru.

Ogghiu – s. m. Sostanza fluida, insolubile, Olio.

Oggidumani, oggiedumani - avv. Qualora, se, eventualmente, un giorno o l'altro.

Ognannu - avv. Annualmente, una volta l'anno.

Ognarunu, ognunu  - pr. Ognuno, ciascuno.

Ognignornu, ognighiornu – loc. Giornalmente.

Ognissira – loc. Tutte le sere.

Ognestati – loc. Tutte le estati.

Ognimmoru - avv. In qualunque modo.

Ognittantu - avv. Di tanto in tanto.

Ognura - avv. Continuamente .

Oliari  – tr. Oleare, ungere.

Oliatu – agg. Oleato, unto.

Oliusu – agg. Oleoso.

Olivazza – s. f. Grossa o brutta oliva.

Oliveddra – s. f. Piccola oliva |Tipo di oliva.

Olivitu – s. m. Luogo coltivato ad alberi di olive.

Olivu – s. m. Albero di olive, ulivo.

Olivuna – s. f. Grossa oliva.

Olivuzza – s. f. Piccola oliva.

Omazzu – s. m. Uomo corpulento e cattivo.

Ombrellu – s. m. V. Paraccu.

Ombrellaiu – s. m. V. Paraccaru.

Ombrellinu – s. m. Piccolo ombrello| V. Paraccheddru.

Omertà, Omirtà – s. f. Solidarietà col reo, connivenza.

Omettiri - tr. Tralasciare, togliere.  

Omettu – s. m. Piccolo uomo, detto di bambino giudizioso.

Omiciattulu – s. m. Uomo di poco conto.

Omicidiu – s. m. V. Omiciriu.

Omicira – s. m. Chi ha commesso un omicidio, assassino di professione.

Omiciriu – s. m. Uccisione di persona, assassinio, delitto.

Ominicchiu – s. m. Valore negativo e dispregiativo di piccolo uomo ovvero di qualcuno che non vale niente (L. Sciascia) e divenuto di uso comune.

Omirtusu – agg. Di persona concorde col colpevole.

Omu – s. m. Persona di sesso maschileOmugenità - sf. L'essere uguale.

Omugeniu - agg. Che è della stessa specie e natura, composto di sostanze tutte uguali.

Omuni – s. m. Grande uomo.

Ondiggiari - intr. Muoversi con alterno e successivo moto d'alzare e d'abbassare| essere dubbioso, incerto.

Ondulari - tr. Piegare a onde| Muoversi come onde.

Onoratizza, onuratizza – s. f. Onore, onorabilità.

Onori, onuri – s. m. Dimostrazione di stima| v. onuri.

Onurabili - agg. Da riverire, rispettare.

Onurabilità – s. f. Rispetto.

Onurateddru - agg. Leggermente onorato, rispettato.

Onuratina – s. f. L'atto dell'onorare.

Onurazzu – s. m. Grande o brutto onore.

Onuratu – V. Anuratu.

Onureddru – s. m. Piccolo onore.

Onuri – s. m. Dignità, rispettabilità, stima.

Onurificenza – s. f. Prestazione d'onore, stima, rispetto di persone importanti.

Operari - V. Opirari.

Opira – s. f. Atto insieme di azioni| lavoro di un professionista, letterario o artistico| baccano, scenata movimentata.

Opirabili - agg. Che si può, da operare.

Opiranti - agg. Che opera, efficace, che è ancora in attività.

Opirari - tr. Agire, eseguire, calcolare, fare operazioni.

Opiraripupi – s. f. Teatrino con marionette.

Oppilà - es. Op-là! Di persona che salta, di cosa presa a volo.

Oppostu - agg. Posto di fronte, contrario.

Oppuniri - tr. Addurre il contrario, muovere difficoltà.

Oppunirisi - rifl. Farsi contro, contrariare, opporsi.

Opra – s. f. V. Opira.

Opuru – avv. Oppure.

Oramai – avv. Ormai.

Orannavanti – loc. Di questi tempi| D’O. - da questo momento in poi.

Oraora – avv. In questo preciso istante.

Orbu, orvu - agg. – s. m. Cieco.

Orchistrazza – s. f. Grande o brutta orchestra.

Orchistreddra, orchistrina – s. f. Piccola orchestra.

Ordignu – s. m. Qualunque oggetto che esplode.

Ordinariamenti - avv. Di solito, abitualmente.

Ordinariu - agg. Consueto| basso, rozzo| stabile, effettivo.

Ordinatamenti - avv. Con ordine.

Ordini – s. m. Disposizione, successione cronologica, ceto, autorizzazione.

Orecchiu – s. m. V. Aricchia.

Orecchinu – s. m. Pendaglio, gioiello che adorna l’orecchio.

Orefici – s. m. Venditore di oro| orafo.

Orenzia – s. f. Udienza, seduta di un magistrato| Ascolto.

Organizzari - tr. Ordinare, regolare, approntare.

Organizzarisi - rifl. Organizzarsi.

Orgogghiu – s. m. Smisurata, esagerata stima di sé| vanto, onore.

Orgugghiusu - agg. Pieno di sé, orgoglioso.

Oricchia – s. f. Organo dell'udito | V. Aricchia.

Oricchiabili - agg. Di musica o motivo musicale che, per la semplicità della linea melodica, si può facilmente imparare e ripetere.

Oricchina – s. f. Pendaglio che orna l'orecchio.

Oricchineddra – s. f. Piccolo orecchino.

Oricchiuzza – s. f. Piccolo orecchio.

Orientari - tr. Istruire su come comportarsi, dare la giusta direzione.

Orientarisi - rifl. Prendere la giusta direzione, riuscire a districarsi.

Orificeria – s. f. Negozio in cui si vende oro e preziosi e vi avvengono riparazioni.

Oriri – tr. Godere, beneficiare.

Oriu – s. m. Graminacea con fusto più grosso e più nodoso del grano, Orzo.  

Orlari - tr. Fare l'orlo, impreziosire un capo di corredo.

Orlu – s. m. Estremità rivoltata e cucita per evitare sfilacciamenti.

Ormeggiu – s. m. Attracco di natante.

Ormiggiari - tr. Proteggere l’imbarcazione in porto.

Orolugiaiu – s. m. V. Roluggiaru.

Ortraggiari - tr. Offendere con oltraggio.

Ortraggiu – s. m. Grave ingiuria, danno, offesa.

Ortranza - nella loc.  Oltranza |anche:  A ortranza - fino alla fine.

Ortrapassari, ortrepassari - tr. Passare oltre, al di là.

Ortri – pr.  Al di là| avv. Avanti, inoltre.

Ortrimisura - avv. Smisuratamente.

Ortrimodu, ortrimoru - avv. Oltremisura.

Ortritomba – s. m. L'aldilà.

Ortrituttu - avv. Alla fin fine.

Orvicari – tr. Seppellire, inumare |V. Urvicari.

Ossabinirica – V. Assabinirica.

Ossami – s. m. Quantità di ossa.

Ossazzu – s. m. Grosso o brutto osso.

Ossequiari - tr. Salutare con riverenza, rispetto.

Ossequiusu - agg. Che saluta con tanta sottomissione, riverente, rispettoso.

Ossissiunari –ntr. Indurre a ossessione, mania.

Ossiu - agg. Di osso.

Ossu – s. m. Parte solida che costituisce la base del corpo, seme di frutto, nocciolo.

Ossupizziddru – s. m. Osso del piede che sporge tra la pianta e la caviglia del piede, malleolo.

Ostaculari - tr. Porre ostacolo, intralciare.

Ostaculazzu – s. m. Grande o brutto ostacolo.

Ostaculiddru – s. m. Piccolo ostacolo.

Otri – s. m. Contenitore per liquidi usato anticamente. Consisteva in una pelle rovesciata di animale ed era adatto sia a conservare che a trasportare liquido, vino, olio ecc., otre.

Ottantinu - agg. Che ha, all’incirca, ottanta anni.

Otteniri, ottiniri – tr. Avere raggiunto l’esito, ottenere.  

Ottenniu – s. m. Periodo di otto anni.

Ottobrinu, ottubrinu – agg. Relativo il mese di ottobre.

Ottu - agg. Dopo il sette.

Ottunatu - agg. Ricoperto di ottone.

Ovannu – avv. Quest’anno in corso.

Ovatu - agg. A forma di uovo, ovale.

Overa – s. f. Contenitore di uova.

Ovili – s.m. V. mannara.

Ovisti – s. m. Punto cardinale opposto all'est, occidente, ponente.

Ovu – s. m. Uovo, solitamente, di animale.

Ovulu – s. m. Gamete prodotto dal sistema riproduttivo femminile, destinato a diventare seme.

Ovusu – agg. A forma di uovo |V. Uvusu.

Oziari - intr. Stare in ozio, passare il tempo senza far nulla, poltrire | V. Uziari.

Ozza – s. m. Gavitello, boa, galleggiante, in disparte | Stari O. - Stare disparte, al margine.

Torna all’Indice